Visita Gastroenterologica

In cosa consiste una visita gastroenterologica?

Una visita gastroenterologica è un’indagine medica specializzata volta all’identificazione, diagnosi e trattamento delle patologie legate all’apparato gastrointestinale, che comprende esofago, stomaco, intestini, colon, retto, pancreas e fegato. Questa visita è condotta da un medico specializzato in gastroenterologia, il gastroenterologo, che attraverso un approccio metodico e dettagliato cerca di comprendere le cause dei sintomi riferiti dal paziente. Questi sintomi possono variare da dolori e crampi addominali a sensazioni di bruciore allo stomaco, passando per diarrea (anche sanguinolenta o con muco), stitichezza e altri disturbi digestivi. L’importanza di rivolgersi a un gastroenterologo si manifesta sia in presenza di sintomi che necessitano di una diagnosi sia per il monitoraggio di condizioni gastrointestinali preesistenti. La visita mira quindi a offrire una valutazione accurata dello stato di salute del paziente, identificando o escludendo patologie specifiche e delineando, se necessario, un percorso terapeutico mirato o ulteriori indagini diagnostiche.

Visita_gastroenterologica_ToscanoMedical_3

A cosa serve una visita gastroenterologica?

La visita gastroenterologica serve principalmente a valutare la natura e l’origine di sintomi relativi all’apparato digestivo, a diagnosticare patologie in atto e a monitorare condizioni già note. Attraverso un’accurata anamnesi, che include la raccolta di informazioni dettagliate sulla storia clinica del paziente, sulle sue abitudini di vita (alimentazione, fumo, consumo di alcol, attività fisica), su eventuali patologie preesistenti e su casi di malattie gastroenterologiche in famiglia, il medico può formulare ipotesi diagnostiche iniziali. Questa fase preliminare è cruciale per indirizzare correttamente le fasi successive della visita, compresa la scelta degli accertamenti specialistici più adeguati. L’obiettivo è quello di individuare la causa dei sintomi riferiti dal paziente, quali dolori addominali, alterazioni del ritmo intestinale, difficoltà digestive o altri segnali di malattia, al fine di stabilire la presenza di eventuali patologie gastroenterologiche acute o croniche, come ulcere, malattie infiammatorie intestinali, tumori, disturbi funzionali e altre condizioni.

Visita_gastroenterologica_ToscanoMedical

Come funziona

Durante la visita gastroenterologica, il medico procede con un esame fisico che include la palpazione, la percussione e l’auscultazione dell’addome. Questa fase permette di valutare lo stato di salute degli organi gastroenterici e di rilevare eventuali anomalie, come dolorabilità, gonfiore o segni di patologie organiche. A seconda dei sintomi presentati dal paziente e dei risultati dell’esame fisico, il gastroenterologo può decidere di concludere la visita con una diagnosi e la prescrizione di una terapia specifica oppure di richiedere ulteriori accertamenti diagnostici per approfondire il quadro clinico. Questi accertamenti possono includere analisi di laboratorio (del sangue e delle urine), radiografie, ecografie, tomografie computerizzate (TAC) ed endoscopie (gastroscopia, colonscopia, rettoscopia), a seconda delle necessità diagnostiche. La durata della visita gastroenterologica varia generalmente tra i 40 e i 60 minuti, durante i quali il medico dedica attenzione sia all’aspetto clinico sia a quello umano, stabilendo un rapporto di fiducia con il paziente. Non sono richieste preparazioni specifiche prima di sottoporsi a una visita gastroenterologica, ma è consigliabile che il paziente porti con sé eventuali esami pregressi e tutta la documentazione medica relativa alla sua condizione, al fine di fornire allo specialista una visione completa del proprio quadro di salute.

Visita Gastroenterologica

Chiama i nostri numeri

PALERMO

CARINI